Charles Bettelheim

Le lotte di classe in URSS

I. 1917-1923

Informazioni
Collana: Il Filorosso
2024,
ISBN: 9788868025427
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 22,00  € 20,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il primo volume di Le lotte di classe in URSS di Charles Bettelheim è l’inizio di un lavoro molto articolato, suddiviso in quattro tomi, di cui due inediti in italiano, in cui l’economista francese tenta di ricostruire, con un approccio marxista, la transizione al socialismo in Unione Sovietica. Bettelheim analizza gli anni compresi tra il 1917 e il 1923 concentrandosi sulle trasformazioni avvenute nelle campagne, nelle fabbriche e nello Stato e facendo emergere la capacità analitica del marxismo rivoluzionario di Lenin in ogni battaglia condotta in seno al partito per definire una linea politica correttamente rivoluzionaria. Solo in questo modo è possibile condurre un’analisi oggettiva dei rapporti di produzione vigenti e contribuire alla loro trasformazione. Tuttavia, solo dentro un partito che permette ad una posizione di minoranza di diventare maggioritaria è possibile portare a termine questo compito. Gli anni compresi tra la rivoluzione del 1917 e gli errori del comunismo di guerra sono la dimostrazione dell’importanza di tutti questi elementi che verranno progressivamente soppressi a causa delle trasformazioni nell’ideologia dei bolscevichi e dell’indirizzo della lotta di classe nel paese.

Charles Bettelheim (1913-2006), economista e storico francese, direttore dell’École Pratique des Hautes Études e professore all’Institut d’Études du Développement Économique et Social. Negli anni ’50 e ’60 Bettelheim lavorò all’estero come consulente economico in molti paesi del Terzo Mondo. Negli anni ’60 si avvicinò al maoismo. In italiano sono stati pubblicati molti suoi lavori, tra cui Calcolo economico e forme di proprietà.