Robert Jungk
  2 risultati

Robert Jungk (1913-1994), giornalista e saggista d’inchiesta. Dopo l’occupazione nazista dell’Austria è riparato in Svizzera dove, continuando la propaganda contro il nazismo, è stato rinchiuso in un campo di internamento. Studioso critico e disincantato ha ottenuto il successo con Il futuro è già cominciato (1952) in cui, analizzando un mondo dilaniato dall’atomica e dai conflitti mondiali, prospetta diversi scenari condizionati dalle nuove tecnologie e in cui difende i temi ecologici e il valore della pace.