Nguyễn Đình Thi
  1 risultati

Nguyễn Đình Thi (1924-2003), ancora studente, è arrestato più volte dai francesi per la sua attività a sostegno del movimento comunista guidato da Ho Chi Minh. Con la prima indipendenza nel 1945 diventa segretario generale del Comitato culturale di salute pubblica. Nel 1947 scrive e musica la poesia “Hanoi”, che diventa un testo classico della letteratura rivoluzionaria vietnamita e la sigla della Radio nazionale. Il tentativo armato dei francesi di negare l’indipendenza vede lo scrittore corrispondente di guerra e autore di svariati romanzi ispirati alla lotta di Liberazione: l’esordio è del 1951 con All’attacco! che vince il Premio Nazionale di Letteratura. Nel 1954 partecipa alla battaglia di Diên Biên Phu come commissario politico di un battaglione di fanteria. Con la pace, nel 1955, diventa deputato all’Assemblea del Popolo e dal 1958 segretario generale dell’Unione degli Scrittori e degli Artisti, incarico che ricopre fino al 1989, per poi diventarne dal 1995 presidente. Nel 1966 passa un lungo periodo tra i giovani delle Forze Aeree dell’Esercito Popolare del Vietnam e da questa esperienza nasce il suo più celebre romanzo: Fronte del cielo. Dal 1975, con la pace, continua il suo impegno letterario e politico e nel 1996 vince il Premio Ho Chi Minh per la letteratura.