Lorenzo Milani
  1 risultati

Lorenzo Milani, fiorentino di famiglia ebraica, nel corso della seconda guerra mondiale sceglie il sacerdozio, nel 1947 è viceparroco a San Donato di Calenzano, dove organizza una scuola serale per i lavoratori, le sue posizioni estranee alle contrapposizioni ideologiche del tempo lo portano a essere confinato nel 1954 a Barbiana, una sperduta chiesetta dell’Appennino toscano. Qui, fino alla morte nel 1967, organizza una scuola per i ragazzi esclusi e bocciati nell’istruzione pubblica. Nel 1958 scrive “Esperienze Pastorali” e la chiesa coglie l’occasione per interdirgli la possibilità di scrivere altre opere, le realizzerà con i suoi ragazzi: “L’obbedienza non è più una virtù” nel 1965, contro il servizio militare obbligatorio e a favore dell’obiezione di coscienza, quindi nel 1967 “Lettera a una professoressa”, per la promozione di una pedagogia partecipata e attenta a ciascuno, a partire dagli ultimi e dagli esclusi.