Edizioni Pgreco

Switch to desktop Register Login

Formato: 14 x 21 cm
Data di pubblicazione: 2014
Pagine: 50
ISBN: 978-88-6802-026-2
Prezzo di vendita: 5,10 €
Sconto: -0,90 €
Sconto: -0,90 €

Prezzo:

6,00 €
Prezzo di vendita: 5,10 €
(-15%)

Jean Baudrillard

Dimenticare Foucault

IL TEORICO DELLA FUGA DALLA REALTÀ FA I CONTI CON FOUCAULT

Provocatorio e pungente questo libro di Jean Baudrillard non si ferma all’invettiva del titolo. La critica del pensatore dei Simulacri nei confronti di Foucault è destinata a incidere e far parlare. Secondo Baudrillard, infatti, Foucault non ha afferrato la vera dimensione del potere. Forti e validi sono gli strumenti che Foucault ha lasciato per descrivere l’azione del potere. Ma sempre spuria è la sua definizione dell’essenza di ciò che ci assoggetta. Un’essenza che per Buadrillard è tutta da ricercare nella capacità simbolica del potere. Il simulacro, cioè la copia che si sostituisce all’originale, diveniva centrale nell’analisi del potere cinico dei media. In altre parole ciò che Foucault non coglie è che le società postmoderne sono società di simulazione. Questa capacità dell’immagine di suscitare adorazione è la vera essenza del potere.

Jean Baudrillard (1929 – 2007), filosofo, sociologo, critico culturale e fotografo, è stato tra i più importanti teorici e critici della postmodernità. Il suo pensiero ha avuto importanti ripercussioni tanto sul mondo intellettuale quanto sulla stessa cultura di massa, spesso oggetto della sua riflessione. Alcune tra le sue opere, come Il sistema degli oggetti, L’economia politica del segno e Lo scambio simbolico e la morte sono classici del pensiero del Novecento.